How the Pandemic Changed Consumer Behavior

Le sfide e lo sconvolgimento che Covid-19 ha portato si sentono ancora a livello globale. La società è passata dal lavorare, socializzare e viaggiare insieme ad affrontare un periodo incerto con la chiusura e l'allontanamento sociale.  I cambiamenti nel comportamento dei consumatori hanno avuto un enorme impatto in molte aree - in particolare, nell'industria alimentare. Mentre entriamo in un periodo transitorio di ripresa, come si sono comportati diversamente i consumatori? Quali di questi comportamenti sono destinati a rimanere? E, inoltre, cosa significherà questo per i produttori, i fabbricanti e i rivenditori di alimenti mentre andiamo avanti?

Come è cambiato il comportamento dei consumatori?

Il Lockdown ha avuto un profondo impatto sul modo in cui le persone vivono. Le nostre case sono diventate i luoghi dove mangiamo, lavoriamo, impariamo, comunichiamo, giochiamo e facciamo esercizio. La pandemia non ha solo cambiato le nostre abitudini di acquisto e di consumo, ma anche dove e come lo facciamo.

Secondo il Global Consumer Insights Survey 2020 di PwC, capire il processo di cambiamento dei consumatori e quello del cliente, può mettere le aziende nella posizione di affrontare la crisi:

·         Circa il 74% degli intervistati ora lavora da casa almeno per una parte del tempo

·         Dal Covid-19, il 35% sta comprando generi alimentari online/per telefono, con il 38% che dice che pagherebbe per la consegna di generi alimentari che richiedono meno di due ore

·         I consumatori stanno spendendo di più in generi alimentari, intrattenimento e progetti per la casa

·         Il 45% fa meno viaggi per fare la spesa, ma fa più scorte.

Alcuni cambiamenti nel comportamento dei consumatori potrebbero essere solo temporanei, ma quali cambiamenti rimarranno e quali sono le implicazioni per l'industria alimentare?

Prepararsi per il futuro

Il rapporto di McKinsey & Company, "How COVID-19 is changing consumer behavior -now and forever", vede emergere nuovi comportamenti dei consumatori in otto aree della vita:

·         La vita a casa

·         Lavoro

·         Istruzione

·         Comunicazioni e informazioni

·         Shopping e consumo

·         Salute e benessere

·         Viaggi e mobilità

·         Gioco e divertimento

Nuove abitudini e esigenze, come l'impennata dell'e-commerce, la preferenza per i marchi di fiducia, i carrelli più pieni, la riduzione della frequenza degli acquisti, lo spostamento verso negozi più vicini a casa, la diversificazione della sostenibilità e la maggiore disoccupazione cambiano il percorso decisionale dei consumatori e le aziende devono essere pronte.

I consumatori pensano di più a valutare ciò che comprano in termini di marchi sostenibili ed etici. Secondo la Soil Association britannica, "il Coronavirus ha messo a fuoco i nostri mercati alimentari e i sistemi agricoli. Rapporti su entrambi i lati dell'Atlantico hanno anche dimostrato che dopo il Covid, più persone scelgono di fare acquisti a livello locale e da piccole imprese, il che può ridurre l'impatto ambientale delle consegne di cibo e altri prodotti, tagliando la lunghezza delle catene di distribuzione".

Con lo stravolgimento delle normali routine, le aziende alimentari devono essere in grado di adattarsi alle crescenti richieste di cibi confezionati, sani, sicuri, freschi, nuovi e pronti per il consumo, di dimensioni diverse delle confezioni, del rapporto qualità-prezzo e della garanzia di qualità.

Una ricerca di GlobalData mostra che la maggior parte degli acquirenti continua a mettere al primo posto gli alimenti locali, etici o di provenienza sostenibile. L'indagine sui consumatori ha scoperto che il 51% degli acquirenti britannici considera gli ingredienti sostenibili o etici importanti come prima della pandemia, mentre più di un terzo dei consumatori (34%) ha detto che queste indicazioni sono più importanti per loro ora come risultato della pandemia.

Produzione flessibile

I produttori e i fabbricanti di prodotti alimentari hanno bisogno di sistemi per implementare una produzione flessibile e agile.  Questo permette loro di modificare la loro produzione per soddisfare nuovi cambiamenti e richieste per supportare un approccio più efficiente.

L'automazione digitale e i sistemi e processi a prova di futuro devono sostenere le aziende ad adattarsi alle esigenze del consumatore, adottando soluzioni flessibili e a lungo termine per rispondere ai cambiamenti della catena di distribuzione.  Continuità e prestazioni sono vitali per soddisfare la conformità alla normativa sulla sicurezza alimentare e i requisiti dei rivenditori.

In tutta l'industria alimentare, prendere decisioni di investimento oculate ora, può portare a significativi aumenti di produttività in futuro per la stabilità e le prestazioni in un mondo che cambia.

Se siete interessati a questo argomento, troverete ulteriori informazioni qui:

Soil Association.org - How COVID-19 is transforming retail and what this means for organic